Biografia Max Sontacchi

2005

Era il 25 luglio quando un’auto pirata invase la mia corsia di marcia.Il risultato? Due vertebre scoppiate, midollo spinale spezzato e un’unica certezza: quella di non poter più usare le gambe. Io, però, alla vita non voglio arrendermi. Correvo in pista prima e in pista sono tornato, con una macchina adattata e la voglia di dimostrare al mondo che oltre alle ruote di una carrozzina si possono guidare bene anche le ruote di una macchina da competizione”.

2006 – 2008

Testimonial per l’Italia del progetto “ICARO“ per la sicurezza e la sensibilizzazione stradale, patrocinato dalla Polizia Stradale e dal Ministero degli Interni.

2009

Creatore del progetto “DRIFTING”: con l’aiuto di grandi piloti realizza la prima auto da drifting adatta per disabili, riprendendo così l’attività agonistica.

2010

Ottiene la licenza di pilota/istruttore (certificato in Itala e in Europa), che gli consente di aprire la prima scuola di Drifting per disabili in Europa.

2011

Con le quattro ruote capaci di cancellare ogni differenza, prende parte al campionato Italiano gareggiando contro normodotati. Parallelamente prosegue la propria battaglia a favore della sicurezza stradale.

2012

Nasce “MAXIDRIFT TEAM”: associazione sportiva volta all’organizzazione e promozione di eventi sportivi, principalmente automobilistici, almeno ai suoi albori. Nello stesso anno, in qualità di unico portabandiera Italiano in occasione delle principali manifestazioni Europee, viene scelto per tenere lezioni di guida sicura e corsi in pista per ragazzi disabili in Slovenia.

2013

Disputa l’intero campionato Europeo, chiudendo 12esimo nella classi ca assoluta su 160 partecipanti. Le quattro ruote regalano enormi soddisfazioni, tanto che il progetto in cantiere riguarda ora l’idea di risalire in sella.

2014

Grazie all’aiuto di alcuni amici, il progetto “moto disabili” vede naturalmente la luce; Max vede finalmente il realizzarsi di un sogno coccolato per nove lunghi anni, quello di tornare in moto. Una moto speciale, adattata secondo e esigenze della propria disabilità.

2015

Con la Onlus Di.Di. Diversamente Disabili si ria accia al mondo delle competizioni partecipando alla Di.Di. “Dream World Bridgestone Cup”, l’unica gara riservata a piloti disabili e organizzata sul tracciato di Vallelunga.

2016

Fondato il BURA RACING TEAM Max e la sua squadra sono riusciti a correre in tutta Europa contro piloti normodotati e in particolare Max ha concluso la stagione al 9° posto su 195 piloti normodotati, celebrata la scuola disabili ufficialmente gemellata a LUCCHINELLI EXPERIENCE & ADRIA INTERNATIONAL RACEWAY.

2017

Da febbraio a giugno il team si è concentrato sulla scuola moto per disabili ad Adria con la Lucchinelli Experience e l’autodromo di Adria. Nel frattempo è nata la collaborazione con Sk Racing Team che ha nominato Max pilota della propria squadra per la neonata divisione disabili. Grande novità della stagione, la Yamaha ufficiale Pata, con la quale Max ha corso diverse gare in Italia e all’estero.